La bolla e la bambina

C’era una volta una bambina che rincorreva, notte e giorno, bolle di sapone. Restava incantata dalla loro bellezza e dalla loro trasparenza, dai riflessi arcobaleno che specchiavano il mondo al rovescio di colori vivi e brillanti. La bambina pensava che quando, finalmente, avesse posseduto una bolla, una soltanto, ciò le sarebbe bastato per essere felice. Peccato,… More La bolla e la bambina

Christo: la parabola dell’Ego d’Iseo

Dopo un periodo relativamente lungo, in cui vicende personali si sono intrecciate ad accadimenti social in un rincorrersi furibondo di stati d’animo, sono finalmente riapprodata al mio Giardino Pensile chiamato Nea, diletto giocondo, in cui compiacermi oltremodo della mia temporanea e meritata solitudine. Da qui, vedo e governo tutto il panorama e, quando voglio e… More Christo: la parabola dell’Ego d’Iseo

Mooseka Maestro! – pagina di commiato con recensioni rivedute e corrette

Oggi succede una cosa bizzarra. Qualcuno mette piccolo bastone in Ruota, sole si ferma. E quando si ferma il sole, so’ cazzi. Tutto è possibile: le porte si aprono, i portoni sbattono, le battone partono, i mufloni fumano, i Rumi ruminano e tante e tante altre cose. Giustappunto oggi, voglio raccontarvi una storia che mi è capitata di… More Mooseka Maestro! – pagina di commiato con recensioni rivedute e corrette

E’morto Presta, Evviva Presta!

Buongiorno, piccoli disarmonici abitanti di Nea. Stamattina il cielo è basso, le nuvole dense, l’aria fritta. L’odore di pioggia scroscia di lontano, riecheggiano lugubri i versi incommerciabili delle cuccuvasce. Tutto l’universo obbedisce all’evento del giorno. Una folla insonne, incredula e sbigottita preme all’ingresso del mio Giardino Pensile. Migliaia e migliaia di persone, giunte da tutti… More E’morto Presta, Evviva Presta!

Giro, girotondo cambia il mondo

“Il diritto pubblico fondato sull’uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze. Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza, cioè la fatica individuale: culminerà nel trionfo della feccia e dell’appiattimento. L’adorazione delle apparenze si paga.”    Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81