Serpiero Sputendo

Oggi, mentre mi facevo lo shampoo (lo so, qualcuno ci ha già scritto qualcosa), ragionavo (e lo so! dovrò smettere prima o poi) sul mito di Medusa.

Medusa, lo sappiamo, è essenzialmente una Grande Testa, brutta, truce, minacciosa, abbondante in spire di serpenti che le fuoriescono dal cranio pelato: i suoi pensieri. I Serpieri.

Spiriti ingarbugliati, ricci, agitati, nervosi.

E, nonostante la loro natura, non ti uccidono con il veleno, no. Muori solo se la guardi negli occhi, Medusa.

A pensarci bene, neanche muori. Diventi di pietra. Immobile. Interrotto. Bloccato.

Dunque, è questo il veleno dei Serpieri: l’inesistenza, l’ancoraggio a terra privo di radici e foglie, l’annullamento del cambiamento,  la distruzione della possibilità, il disfacimento del soffio. Manca l’aria.

Più annodate sono le menti, più pietrificati divengono i cuori.

Già, anche su Nea facciamo i conti coi capelli crespi. Questi, i risultati.

Annunci

4 thoughts on “Serpiero Sputendo

  1. Vediamo se colgo: dalla testa escono i serpenti, cioè i pensieri, che fanno un po’ senso ma non sono loro che ti uccidono.
    E’ la testa stessa, tramite il suo sguardo.
    Che però non ti uccide propriamente, ma ti pietrifica.
    Cosa ti pietrifica di preciso?
    Ciò che non è la testa, mi viene da ritenere, a questo punto.
    E cosa non è “testa” nell’essere umano?
    Direi il cuore, il fegato e le palle (o l’equivalente femminile di queste ultime).
    Ovvero, emozioni, coraggio e sensualità.
    E la testa, con tutti i pensieri che vuole… dovrebbe essere davvero in grado di pietrificare le emozioni, il coraggio e la sensualità… se loro si difendono insieme?
    Non penso proprio.
    Se Medusa vince, è perché abbiamo represso (individualmente o collettivamente) l’emozione, abbiamo ceduto alla paura e ci vergogniamo della nostra sensualità.

    Questa, oggi, è la Parola di Sem

    Mi piace

  2. Muore la vera Essenza, pietrificandoci. Secondo il mio credo, il nostro Soffio passa attraverso la materia, trasformandosi temporaneamente in Corpo e percorrendo millenni prima di tornare a Casa. Quando il Corpo si disfa, il Soffio riprende il suo fluire. Ma se interrompiamo il divenire, allora lì non c’è più possibilità di ritrovare la strada del ritorno.

    Pensieri da shampoo.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...