Il ritorno

Tutti sanno bene cosa accade nelle notti di luna piena in aperta campagna!

Cosa accade? Cosa accade?

Ma davvero c’è qualcuno che ancora non lo sa?

Cosa?cosa?

Come in molte le altre notti, capita di sognare, ma la grassa luna piena e i burloni spiriti delle piante agresti, con le loro danze e celebrazioni notturne, mandano effluvi di euforia verso le nostre menti e, menadi deliranti, s’impossessano della nostra anima.

Quando le tenebre cominciano a calare e a diffondere nubi incerte e pesanti, spingendole contro perdute distanze, le lande abbandonate diventano l’arena dell’animale.

Quale animale?

L’Animale, quello con la A maiuscola. È sempre affamato, per questo, sempre da tutti allontanato. È alla ricerca ossessiva di carne, capace com’è, di consumarne quantità incommensurabili in una sola notte.

I denti serrati, gli occhi sgranati, il cuore di granito e il sesso di fuoco.

Ma, prima di tornare nel suo covo, buio e stretto, inferno di paure e illusioni, cassone impolverato di archetipi angoscianti e icone apotropaiche, tutti sanno cosa fa l’Animale.

Cosa fa? Cosa fa?

È davvero possibile che esista ancora qualcuno non informato?

Cosa? Cosa?

L’Animale alza la testa e fissa il cielo nero. Lo fissa intensamente, lo scruta nel profondo, lo penetra nel ventre più oscuro, fino a restarne coperto, come da un manto di velluto foderato.

E allora si illude che quel calore sintetico sia l’amore per cui vale la pena di esistere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...