Orlan: una pelle splendida

N.B. Le immagini allegate sono forti. Non adatte a un pubblico di minori. Non adatte a un pubblico sensibile.

La blasfema Orlan, provocatrice Orlan, estrema Orlan, assurda Orlan, terribile Orlan, genuina Orlan, fantastica Orlan: trasforma radicalmente la performance contemporanea e attua un progetto globale che si pone come fine un profondo processo metamorfico, legato al concetto di identità.

Si chiede e ci chiede: cos’è un corpo? Cosa significa l’identità?

È così che nel tentativo di colmare l’atavica ed umana scissione tra apparenza ed esistenza, inizia la sua affascinante, quanto tormentata, avventura mutante.

Orlan riflette su come, sin dall’antichità, fino ad arrivare ai nostri giorni, tutti gli artisti, compresi i contemporanei chirurghi plastici, abbiano contribuito a costruire uno stereotipo di bellezza femminile, di cui la donna, oggi più che mai, non è più la forte custode, ma la folle inseguitrice, l’insana schiava.

I corpi, diventati merce nel potere di una cultura tutta al maschile, si sottopongono continuamente alla chirurgia estetica, senza dubbio, funzionale a questo potere.

L’uso tradizionale della stessa avvalora un punto di vista ideale costruito dall’uomo, in quanto maschio, a suo uso e consumo.

L’artista, dunque, annuncia l’inizio di un’operazione di ricostruzione corporea che sconfini nel tempo: in questo modo è il corpo ad attraversare il tempo e non più il contrario.

Basandosi sulla padronanza delle tecniche di dominio sulla natura, Orlan vuole esprimere tutta la moderna inquietudine riguardo alle nuove possibilità che queste stesse azioni possono determinare.

Il corpo viene sfigurato, rinvigorito, ibridato tramite la sua trasformazione chirurgica.
La provocazione, così, sta nell’utilizzo non tradizionale delle avanzate tecnologie estetiche per sfuggire ai modelli imposti al mondo femminile dal desiderio maschile e creare un corpo anticonformista, antibello e antiestetico.

Il suo lavoro, provocatoriamente scandaloso, di difficile accettazione “morale”, tende a sradicare le strutture sociali che l’uomo ha eretto e a distruggere le icone della memoria, per dare vita ad un altrove indefinito e cangiante, in cui il concetto di identità viene definitivamente annullato.

L’estetica che ne deriva è complessa e rivoluzionaria, poiché investe addirittura il codice genetico e si muove pericolosamente tra intensità carnale, oscenità e passione per le biotecnologie.

La soggettività è ridefinita come ibridazione magica tra corporeo e tecnologico, superando i consumati concetti di separazione tra razze, generi ed età.

Orlan si pone come oggetto e soggetto della sua estetica, annullando qualunque frattura tra vita e arte. In questo modo il modus vivendi e il modus poetandi coincidono e sfociano in una nuova follia estenuante, riplasmando radicalmente la sua esistenza nell’arte.

In lotta perenne contro l’inesorabile, contro ogni forma di schiavismo religioso e contro tutti i limiti umani, l’artista dichiara sfacciatamente l’infedeltà all’irreversibilità della materia.

La presuntuosa provocazione si rivolge, addirittura, al divino.

Annunci

2 thoughts on “Orlan: una pelle splendida

  1. Ammiro molto l’arte quando è dirompente e comunica non solo il pensiero, la visione e le emozioni dell’artista ma soprattutto se è capace di catturare e interiorizzare le mie. Immolare la propria fisicità perché dall’altra parte si stravolga emotivamente il modo stereotipato di guardare il corpo femminile, è anche un atto di grande coraggio che non lascia più spazi ad equivoci, né può “tollerare” emozioni opposte. Così, infatti, il messaggio è dissacrante e al tempo stesso definitivo. Grazie per l’interessantissimo post. Ciao, Piero 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...