Comunque vada, panta rei

Sento parlare cose.

Eco di ego ovunque.

Il problema per l’uomo contemporaneo non è tanto riconoscere la diversità (perché, grazie al cielo – che significa per merito del Cielo, a sua cagione – non siamo tutti uguali né per ciò che natura ci dona né per ciò che acquisiamo nel tempo).

Piuttosto, trasformare tale diversità riconosciuta in un deterrente nell’andare verso l’altro.

(Immagine in evidenza: Le due Frida, F- Kahlo, 1939)

Annunci

20 thoughts on “Comunque vada, panta rei

      1. Quello che tu chiami deterrente è, a volte, semplice consapevolezza di andare incontro a persone con le quali è impossibile avere un dialogo costruttivo (non necessariamente per colpa di una o entrambe le parti).

        Liked by 1 persona

      2. Mmm… per esperienza, posso dire due cose in merito.

        1- molto dipende da quanta VOGLIA si ha di andare incontro all’altro (o a un altro in particolare);
        2- non è necessario dialogare (ovvero, con chi già sai in partenza che non potrai avere un dialogo costruttivo, semplicemente non dialoghi. Ti ci prendi un caffè, ti fai una passeggiata, evitando accuratamente tutto ciò che potrebbe arrecare disarmonia).

        Certo, questo punto riconduce indissolubilmente al punto primo.

        Liked by 1 persona

      3. Quindi tu frequenti solo persone uguali a te? Dove per uguale intendo con lo stesso tipo di approccio alle cose e ai rapporti umani?
        Sarà per deformazione, ma a me le brutte persone mi lanciano una sfida.
        Ecco, tutto dipende da quanto poi reputo la cosa vantaggiosa per me a livello di insegnamento.

        Liked by 1 persona

      4. No, non frequento proprio nessuno, almeno nel reale.
        Nel virtuale, invece, di certo non seguo blogger che parlano di caccia, di discoteche e di alcolici: se non ci sono argomenti in comune, li evito.

        Liked by 1 persona

      5. Embé questo allora deve portarti a rileggere il post più e più volte! Io non ho nessuno attorno al momento che abbia anche un solo quarto in comune con me, a livello di interesse.
        Ma che me frega?
        Io me devo beve na birra, me devo da divertí.
        Devo vivere.
        Allora, dovrei ritirarmi su un eremo aspettando che il principe azzurro, colto, divertente, sensibile, ironico, intelligente (e terribilmente sexy) mi venga a cercare? E magari mi trova pure?
        Ma manco pe’ gnente!!!
        Io la vita me la vivo.
        Gli interessi lasciano il tempo che trovano.
        Poi, certo è che se incontri la persona di cui sopra, allora hai fatto bingo.
        Forse su un altro pianeta, però. 😄

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...