E’ chiaro ‘stu fatto?

Ne ho già scritto altrove e anzitempo sul blog, tuttavia, ripetere giova alla salute. E vi spiego subito perché.

Il fatto che il linguaggio verbale sia fatto di parole e che le parole le usiate quotidianamente per comunicare (o così credete) vi trae in inganno: vi fa credere, erroneamente, che le capite.

Lasciate che vi faccia un esempio. Prendete i colori. O no, meglio ancora: prendete le note.

Ebbene, se non esistesse tra queste una “regola” che ne determini l’armonia, non esisterebbe possibilità alcuna di creare una melodia. Badate bene, però, che la regola di cui sopra è insita nella natura stessa della nota e questa regola altro non è che un rapporto matematico. Questo rapporto matematico non è arbitrario, né convenzionale.

Non è esterno, bensì interno, è la physis medesima delle cose. È la misura di tutta la Natura.

La stessa cosa, ecco, fatela valere per il linguaggio.

Mi sono spiegata, stavolta?

(Immagine in evidenzaCrying Girl, Roy Lichtenstein, 1963)

Annunci

3 thoughts on “E’ chiaro ‘stu fatto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...