Shhh… iao belo

Sempre quando sono immersa in faccende quotidiane assolutamente banali, giungono a me, da un mondo parallelo, flash incontrollabili, sprazzi di suoni, spruzzi di alcol, lampi di genio, colpi della strega.

Oggi, ho ricevuto la notizia che il labirinto è il simbolo del karma.

Così, papale papale, secco secco.

sta a me cercare di comprenderne e spiegarne il senso.

Allora, ho ragionato come segue.

Si attraversa il labirinto cercando la via d’uscita, imboccando spesso la direzione errata che, inevitabilmente, ci porta a impattare contro un muro, chè non si può passare.

Ecco il dolore: sbattere a occhi chiusi contro una direzione che non ci conduce in alcun dove.

Trovare l’accesso significa scoprire, di volta in volta, e solo dopo ogni errore (spiegato perché è importante l’azione), un piccolo esatto tratto verso la rotta maestra, verso il raggiungimento della fine, che poi sarebbe l’inizio della liberazione.

Per rivedere i propri passi, riconsiderare le scelte fatte è necessaria, anche, una buona memoria altrimenti incorreremo nuovamente nel muro, incontreremo perciò ancora dolore.

Così il karma.

Usare gli errori per scovare i passaggi segreti del labirinto che ci avvicinano alla fuga.

E niente. Volevo dirvelo.

Ossequi.

(Immagine in Evidenza: The Silent Voice, Gerald Moira. c. 1898)

Annunci

2 thoughts on “Shhh… iao belo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...