Courbet non era un cretino (ma noi, con tutta probabilità, si)

Dalla condivisione della notizia del Corriere sull’dentità della protagonista dell’opera “L’Origine del Mondo”, abbiamo scoperto che Gustave Courbet non era cretino ma noi, con tutta probabilità, sì.

Di fatti, in fondo scavando nella conoscenza millenaria delle cose umane, si giunge a comprendere quale relazione si accorda tra l’origine del mondo e la vulva.

E’ uno dei misteri, sostanzialmente.

Analizzando la carta, vediamo subito che si tratta dell’ultima dei ventidue arcani maggiori.

Ma come l’ultima? Come può l’ultima essere l’origine?

Essa contiene tutto: i quattro elementi acqua (angelo) e aria (aquila) nella parte superiore; terra (toro) e fuoco (leone) nella parte inferiore, applicando una prima partizione della natura dell’uomo sospeso, come diceva qualcuno, tra il divino angelo e il bruto animale.

Non finisce qui, perché la partizione dell’uomo si attua ancora tra parte sinistra (acqua e terra – freddo -) e parte destra (aria e fuoco – caldo – ), femminile, lunare e maschile, solare.

Infine, nell’incrocio della partizione orizzontale con quella verticale (tra il simbolo del corpo e quello del sale) si trova l’atanor nel quale si svolge il processo alchemico verso l’autocoscienza, coincidente, osservando ancora attentamente, col grembo della figura femminile danzante nell’ellisse.

Questa figura emerge interessantissima al centro della composizione, portando una stola blu e rossa a richiamare i principi femminile e maschile di cui sopra, rimarcati dagli oggetti che reca nelle mano: un’ampolla, passiva che riceve, e una bacchetta, attiva che da.

Ciò detto, che cosa lega questa immagine all’opera del Courbet?

Dopo aver appreso questi concetti, allontaniamoci dalla carta e cerchiamo di analizzare l’arcano.

Tuttavia, chi studia lo sa, l’arcano non si penetra attraverso l’indagine razionale: esso si rivela attraverso l’intuizione.

Riuscendo a fare di tutto quel che si appalesa ai nostri occhi un nucleo sintetico, riusciremo a vedere che questo ovale ghirlandato, nel quale sinuosamente volteggia una donna, altro non è che una vulva col clitoride individuato nella testa bionda.

O parimenti, un occhio verticale, ghiandola pineale, Ajna Chakra.

E allora, ripescando il quesito lanciato a inizio post, come è possibile che l’origine del mondo sia l’ultimo degli arcani maggiori?

Possiamo rispondere a questa domanda, solo se rapportiamo Le Monde con il ballerino Le Mat, arcano non numerato che può come un Jolly (da lui derivante), spostarsi a inizio e a fine: se si trova prima del XXI allora la nostra origine sarà del mondo, se invece si trova dopo, essa sarà nel mondo ma non del mondo.

Quanto scritto non esaurisce i piani di lettura.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...