Il verso del mulo

Versi che sembrano essere stati scritti per il momento che stiamo vivendo.

Kathleen O’Meara (1869) & Camelia Nina

TITOLO
E
SOTTOTITOLO
A (BOCCALONI-I)


❤❤❤
E la gente rimase a casa, (ah no!)

e lesse libri, (seeeee),

e ascoltò, (come? Non ho capito),

e si riposò, (ahahaajajagah),

e fece esercizi, (no ma un sacco di pizze, torte e biscotti sì),

e fece arte (sperimentò molti filtri di SnapChAt, piuttosto),

e giocò (sì, a ” 1000 usi contemporanei della cerbottana da balcone”),

e imparò nuovi modi di essere (stronzi),

e si fermò (ma la corsetta? La piscia al cane? Il lungomare?),

e ascoltò più in profondità:
qualcuno meditava (di uccidere i trasgressori),

qualcuno pregava (la Madonna che li fulminasse),

qualcuno ballava (sbraitando insulti alla ringhiera),

qualcuno incontrò la propria ombra (e insieme progettarono un linciaggio pubblico),

e la gente cominciò a pensare in modo differente (“ma se inzuppo i carciofi fritti nella nutella che esplosioni di sapori scoppierà nella mia bocca?)

e la gente guarì. (Silenzio)

E nell’assenza di gente che viveva
in modi ignoranti,
pericolosi,
senza senso e senza cuore, (che tanto ormai erano già tutte “dentro”),

anche la terra cominciò a guarire
e quando il pericolo finì (ma che te sei bevuta, a’ Caterì?),

e la gente si ritrovò
si addolorarono per i morti (“ma li mejo mortacci tua, ma proprio na’ pandemia te dovevi allená? A fijo de na mignotta in quarantena!”)

e fecero nuove scelte (“vié qua che nun te faccio gniente!),

e sognarono nuove visioni (“te do na pizza così forte che l’altra taa faccio dá dar muro!”)

e crearono nuovi modi di vivere (“si te pijo te sdereno!”)

e guarirono completamente la terra
così come erano guariti loro.
(“Ma vaffanculo, và”)

FINE (DEL MONDO)


3 risposte a "Il verso del mulo"

  1. “L’ottimismo è il profumo della vita!” – confesserò che ho sempre immaginato un vecchio furgone senza catalitica attraversare la strada al povero Tonino Guerra subito dopo questa frase, lasciandosi dietro un nembo di gasolio anni Sessanta… Lo so, sono perfido.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...