Blowin’ in the wind

Dicono che al Vento si deve domandare,
che il Vento, quando soffia, sussurrando risponderà.

Ma il Vento è assai incostante, cugino della Luna, e cambia spesso forza e direzione.

E io, per non sbagliare, verrò a chiedere a Te che, onda dopo onda, vai e poi vieni, e goccia dopo goccia, svuoti e poi riempi.
E nel tuo eterno ritornare custodisci la soluzione.

Visibile, eppure abilmente nascosta, tra le alternanze della tua battigia: ora rumorosa, ora silenziosa.

http://www.neanuovaecoologiaartistica.wordpress.com


3 risposte a "Blowin’ in the wind"

      1. Dev’essere logorroico, tornando nella metafora. Non che il mare non possa agitarsi tremendamente, ma c’è qualcosa, nel profondo, che ce lo rende più vicino. Da qualche parte sentiamo, quasi fisicamente, di arrivare anche da lì.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...