Sub Rosa

L’obiettivo dell’avversario è quello di assimilare il ragionamento logico-razionale a un’equazione matematica, volendo far passare l’idea che la struttura del pensare sia come il linguaggio matematico.
Tuttavia, la cosa è profondamente errata perché il linguaggio delle parole, che si fonda sulla struttura del pensiero, e il linguaggio dei numeri, che si fonda sulla struttura della materia, si occupano ognuno di una dimensione specifica.
Le parole pertengono alla capacità di creazione; i numeri alla facoltà di penetrazione della creazione.

Pensare correttamente (e parlare poi) è, dunque, un atto creativo, non una formula paragadimatica (che serve solo come cristallizzazione del processo di apprendimento -per inciso, anche l’apprendimento è creativo poiché maneggia “spirti vivi e non morti”, i bambini!, e invece…-) .

Ecco svelato il fine dell’avversario: trasformare il pensare in un modello al quale far aderire ogni scelta, ogni posizione, ogni opinione.

Il primate, allora, innesca quelle dinamiche automatiche del ragionanento logico-razionale che tanto gli è comodo per assecondare il suo istinto di sopravvivenza e conservazione attuando un vero e proprio autoboicottaggio. L’ego.

L’Io è uno stato di autocoscienza che sorge quando l’ingannato e lingannatore, dopo una lotta estenuante, si accorgono dell’inganno separativo e fanno all’Amore.

Buona Pasqua.


5 risposte a "Sub Rosa"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...