Into the mystic

Non capisco perché si tenda a relegare la preghiera ad un momento specifico della giornata, uno o più momenti isolati dal resto del fare quotidiano. Trovo che sia più naturale vivere ogni istante estendendo ad esso la preghiera, fare ogni cosa in costante tensione meditativa e contemplativa. (Immagine in evidenza: Edward Leighton, The King and … More Into the mystic

Cummannanti Giulianu

Una storia che ho avuto recentemente il piacere di ri-scoprire con la lettura del libro di Grazia Capone, “Cummannanti Giulianu – 7 anni Controlegge”, edito da Abramo Printing & Logistics, nel 2015 e con le illustrazioni del mio talentuoso concittadino Marco Mammana. Un testo la cui lettura consiglio a quanti ignorano ancora il temperamento che … More Cummannanti Giulianu

Cave! Cave! Deus videt.

Gli occhi fuoriusciti dalle orbite in un’esplosione nucleare si fanno liquidi, succo di bulbi oculari, vapore denso di materia in fase di trasmutazione. In un’apocalittica tripartizione dello spazio compositivo, si muovono ingarbugliate creature archetipiche, interconnessi calamari, inframezzati insetti, ineffabili Podmork. Eyeball Juice è appunto il frutto di una percezione originale e autentica. Uscire fuori di … More Cave! Cave! Deus videt.

I meat you

PARENTAL ADVISORY: le immagini contenute in questo articolo non sono adatte a un pubblico di minori (chissà perché). Se siete facilmente impressionabili o sessualmente inattivi, ve ne sconsiglio la visione. Ho letto il Kamasutra quand’ero poco più che adolescente; il Tantra (e tutta la bassa letteratura occidentale relativa) poco dopo. Devo confessarvi che all’epoca ne … More I meat you

Me, myself and I

Era da tanto che desideravo farlo e finalmente il momento è arrivato. I venti sono favorevoli, il cielo è propizio. Leggo nelle nuvole che l’avvento del tempo opportuno è vicino. Ho atteso fino ad adesso, per questo incontro. Ho passato notti insonni, pensando alle giuste domande, sperando di non cadere drasticamente nel banale, ché avevo … More Me, myself and I

L’argilla, Jago e i tristi materialisti

“Durante il Medioevo, un pellegrino aveva fatto voto di raggiungere un lontano santuario, come si usava a quei tempi. Dopo alcuni giorni di cammino, si trovò a passare per una stradina che si inerpicava per il fianco desolato di una collina brulla e bruciata dal sole. Sul sentiero spalancavano la bocca grigia tante cave di … More L’argilla, Jago e i tristi materialisti