Arte

Aurora consurgens, Tommaso d’Aquino, XV sec Vanessa Beecroft, White Madonna with twins, tableau vivant, 2006

I got a message for you

Bafometto è un idolo pagano, della cui venerazione furono accusati i cavalieri templari. Ricorrente nella letteratura occultista del XIX secolo, ne esistono varie descrizioni ed iconografie: un idolo con un teschio umano, una testa con due facce, un idolo-gatto e una testa barbuta. Il nome fu poi ripreso, nello stesso secolo, dai sostenitori dell’occultismo. L’etimologia del nome, controversa, è ancora oggi incerta. Il nome di Baphomet, come suggerisce anche l’illustrazione … More I got a message for you

Amour Fou

Di recente, ho avuto modo di leggere due testi considerati fondamentali nello studio e nello sviluppo della ricerca artistica e alchimistica: Cabala e Alchimia di Arturo Schwarz, saggio del 1999 e Alchimia, l’oro della conoscenza di Andrea Aromatico, testo del 1996. Mentre il primo, pur essendomi apparso più come un’esegesi dell’Ebraismo ai danni del Cristianesimo … More Amour Fou

Palette da matti: i musi

Dopo la lettura del piccolo manuale di sopravvivenza per Muse scritto egregiamente da Endy (e che potete trovare qui), ho pensato che in questi tempi di lotte per il conseguimento della parità, anche gli uomini meritano un occhio di particolare premura e considerazione. Perché certe cose accadono a tutti. Indistintamente! NB Questo articolo nasce come … More Palette da matti: i musi

Deficienti defecanti

La trasmutazione della materia, progetto mitico e per alcuni mitologico, che i più attribuiscono a quella schiera di pezzenti chiamati alchimisti, è talmente sotto gli occhi che sfugge continuamente alla vista. Alambicchi, forni, fornelli, regimi di fuoco, metalli, pinze, tenaglie, recipienti e compagnia bella affollano l’habitat della scimmia urlatrice nella mente minerale. Una mela, già … More Deficienti defecanti

Eraluce…ps

Nessuno dei due poteva immaginare che sarebbe cresciuto così tanto… Quando ti guardo, penso che non riesco proprio a fare a meno di quella tua parte di me. (*) GianesinA inspired (*) ovviamente, non è quel che sembra. (Per l’articolo originale qui)