FUK: Frequent Unasked Kuestions. Le domande che non farai mai più

43908_il-dito-medio-di-cattelan-in-piazza-affari-foto-caratti

Cos’è l’arte?

Non esiste una definizione assoluta e sempre valida dell’arte. Essa è un continuo divenire attraverso i cicli storici, le culture, le aree geografiche. Sicuramente, si tratta di un’attività umana davvero speciale e unica.  La ricerca “estetica” la distingue dalla produzione di manufatti e la arricchisce di simboli sociali, religiosi e culturali, trasmutandola in traccia del passaggio dell’uomo.

A che cosa serve l’arte?

Questa speciale e unica attività ha diverse funzioni: descrivere attraverso le immagini avvenimenti storici, raccontare momenti privati e comunicare riflessioni morali. Da ciò si deduce facilmente che l’arte è senza alcun dubbio un importante mezzo di comunicazione e crea un rapporto dialogico e sintetico tra l’artista, l’opera e l’osservatore. L’arricchimento personale e collettivo che ne scaturisce è un bagaglio insostituibile.

E’ importante saper disegnare per essere artisti?

Con l’avanzamento della tecnologia e l’entrata in scena di metodi espressivi alternativi, l’abilità tecnica non è più una dote indispensabile per poter esprimersi “artisticamente”. Molti artisti, già dalla seconda metà del ‘900,  facevano realizzare le proprie opere da altre figure professionali senza “toccare” mai di propria mano il lavoro. Anzi alcuni di essi ne hanno fatto una personale “poetica”. Perché ciò che conta oggi, ma in realtà è sempre stato così (pensiamo alle “botteghe d’arte” di Leonardo in cui il Maestro realizzava i progetti sui cartoni per gli affreschi, ma poi sui cantieri ci lavoravano i discepoli) è l’idea.

A cosa serve l’arte contemporanea?

Bella domanda.

 “Io credo senz’altro che il processo artistico sia qualcosa che è posto molto profondamente nel subconscio e che tuttavia, in determinate condizioni, possa essere assai importante per la vita, suscitando idee tanto forti e intense da produrre nell’anima qualcosa che mai potrebbe essere prodotto da idee deboli, riuscendo davvero a passare nei sentimenti.”

R. Steiner,  Arte e conoscenza dell’arte, i fondamenti di una nuova estetica, Ed. Antroposofica

Annunci

One thought on “FUK: Frequent Unasked Kuestions. Le domande che non farai mai più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...